Ottimizzazione delle linee di imbottigliamento – shock logger

La resistenza meccanica dei contenitori in vetro è pesantemente influenzata dal loro livello di difettosità superficiale, pertanto una delle principali cause che portano alla rottura le bottiglie é il danneggiamento che si produce a causa del mutuo contatto tra contenitori in vetro e/o tra vetro e altri corpi abrasivi, che può aver luogo durante la loro movimentazione lungo le linee produttive, il trasporto o l’utilizzo.

Per ridurre il rischio di rottura è necessario caratterizzare le linee di imbottigliamento, individuare i punti critici potenzialmente in grado di danneggiare il contenitore, ed intervenire minimizzando la severità di urti, strisciamenti e impatti. A tale proposito, Stazione Sperimentale del Vetro propone l’utilizzo di una tecnologia innovativa che, attraverso la misura delle accelerazioni e decelerazioni subite da una bottiglia strumentata, e dopo opportuna elaborazione del dato, fornisce una mappatura delle intensità di impatto lungo tutta la linea di riempimento.

Protocollo Shock Logger

 

2019-02-01T14:05:21+00:00